Un cup cake ,una rosa gialla e un cuore meridano(perchè noi non regaliamo pacchettini per i compleanni)

6978_10200133219163020_483166607_n

A Rossana amata amica mia

Ti offro strette vie, tramonti disperati, la luna dei sobborghi deturpati.
Ti offro l’amarezza di un uomo che ha fissato a lungo la luna solitaria.
Ti offro i miei ancestri, i miei morti, quei fantasmi che i vivi onorano nel bronzo: il padre di mio padre ucciso nella frontiera di Buenos Aires, due pallottole nei polmoni, barbuto e morto, avvolto dai suoi nella pelle di vacca; il nonno di mia madre – ventiquattro anni appena – a capo di una brigata di trecento uomini nel Perù, nient’altro che fantasmi, ora, su cavalli sfumati.

Ti offro qualche frase riuscita tra i miei libri, qualche cenno di virilità o di umore nella mia vita.
Ti offro la lealtà di un uomo che non è mai stato leale.
Ti offro il centro di me stesso, che in qualche modo sono riuscito a salvaguardare – il cuore meridiano che non usa parole, non traffica coi sogni, ancora inattaccato dal tempo, dalla tristezza, dalle avversità.
Ti offro il ricordo di una rosa gialla osservata al tramonto, prima che tu nascessi.
Ti offro spiegazioni su te stesso, teorie su te stesso, autentiche e sorprendenti notizie su te stesso.
Posso offrirti la mia solitudine, la mia penombra, il mio cuore in fame; sto cercando di comperarti con l’incertezza, il pericolo, la sconfitta.
J. L. Borges & Gipsy
con Amore per sempre

food-cake-cupcake-cream-pink-rose-rosette-fork-plate-1920x1440

Il cup cake di Luca Montersino (all’arancia e cioccolato)
Ingredienti:
225 gr farina debole
36 gr cacao amaro
1 bustina lievito istantaneo
90 gr zucchero di canna
105 gr gocce di cioccolato fondente
45 gr scorza di arancio candito
75 gr uova
285 gr latte intero fresco
70 burro
6 gr grand marnier
Procedimento:
Setacciare farina, lievito e cacao, unire lo zucchero. Disperdere la pasta di canditi nelle polveri. A parte sbattere uova e latte, e versare il liquido sulle polveri, lavorando il meno possibile. Unire il burro fuso, e le gocce di cioccolato. Riempire i pirottini per 3/4 e cuocere a 210* per 10 minuti.
Decorare a piacere

0000000000000000000000000000000000

Delle partenze,dei ritorni e gli spaghetti con le cozze

Lamore non va mai via ,parte ma poi ritorna ,e tu sei là e aspetti,come si aspetta il tramonto nei pomeriggi d’estate e sei felice perché sai che il sole si cala nel mare e tutto diventa rosso e il vento diventa un soffio leggero e il mare si fa calmo .Lo sai,per questo sei felice .Perchè le cose importanti non vanno mai via ,ti appartengono per sempre e tu puoi tracciare una mappa delle partenze e dei ritorni e ti accorgi che in quei luoghi ci sei già stata ,li conosci a memoria ,e sai di come  chi è partito si  è sentito triste,allegro e felice ,di quando ha avuto paura o si è sentito solo.E tu sei là ad aspettare e rassicurare salda come un porto sicuro  che aspetta la barca dopo le tempeste a mare aperto.E poi una nuova partenza,i preparativi,il disordine i bagagli i vitelloni dei tuoi amici sempre a casa nostra,il loro rumore, la loro giovinezza ,la mia  finta allegria e gli spaghetti con le cozze ,perché ti piacciono,perché io amo cucinarli per te ,perché voglio festeggiare la tua vita bella e quello che mi hai insegnato,che so aspettare .Gli spaghetti con le cozze oggi,per festeggiare la partenza ,per aspettare il ritorno.387617_4888692982935_524960013_n 547881_4074284505800_1047089650_n 11902315_10207596682785812_4936572607250862115_n 970885_3410169030578_1919766831_n 10352041_10204475084427475_6557324125856473514_n 10600493_10204554757179244_2683020206147248650_n 5245_10201234259488340_2119588207_n 270219_10201636784591216_451035602_ncostaaaaaaaaaaaaSi ma ora vado a cucinare gli spaghetti ecco la mia ricetta ,rigorosamente siciliana ,precisamente isolana di Panarea ,con un pizzico di Gipsy soul perchè ci vuole

Per sei persone

1 kg di spaghetti

2kg di cozze

olio extra vergine

prezzemolo

mollica di pane

aglio

pomodorini pachino

uva passa

pinoli

vino bianco

pepe nero

Far aprire le cozze in una casseruola grande e larga con un po’ di vino bianco,pepe e un po’di prezzemolo(profumeranno di più)Colare il sughetto e metterlo da parte ,aprire le cozze e cuocerle in una padella con olio ,aglio,qualche pomodorino,sale,pepe,e il sughetto messo da parte ,sfumare con vino bianco quando l’acqua è evaporata,aggiungere l’uva passa ,i pinoli.

impiattare con abbondante prezzemolo e una manciata di mollica abbrustolita.Meravigliosi.

Abbrustolire in una padella due manciate di mollica di pane con pochissimo olio.

spaghetti con le cozze

I muffin salati

  • salatooooooooooooooooooooo
  • Dal Blog Giallo Zafferano
  • I muffin salati con ricotta e zucchine sono degli sfiziosi e originali finger food, ottimi da servire come antipasto oppure da preparare per un buffet o una gita fuori porta.

L’impasto di base per questi muffin è molto semplice e veloce da preparare, e ben si presta ad essere arricchito con svariati tipi di verdura. In questa ricetta abbiamo inserito nell’impasto le zucchine, tagliate a tocchetti e cotte in padella con poco olio extravergine d’oliva, quindi abbiamo guarnito la sommità di ogni muffin con un pomodoro ciliegino, mentre la parte esterna della base è stata avvolta con fette di zucchine lunghe e sottili. Proponendo ai vostri commensali questi soffici muffin salati con ricotta e zucchine il successo è garantito!

Ingredienti per 12 muffin
Farina tipo 00, 200 gr
Latte 100 ml
Lievito chimico in polvereper preparazioni salate 10 gr
Olio di oliva extravergine q.b.
Parmigiano reggianograttugiato 80 gr
Ricotta 80 g
Pomodori tipo ciliegino 12
Pepe q.b.
Sale q.b.
Olio di semi di girasole (oppure di arachidi o mais) 100 ml
Zucchine di media grandezza, 400 gr
Uova 3

Preparazione

Muffin salati con ricotta e zucchine

Per preparare i muffin salati con ricotta e zucchine lavate e asciugate bene le zucchine, privatele delle estremità e, aiutandovi con un pelapatate, ricavatene 12 fette sottili che metterete da parte per la guarnizione (1). Tagliate a cubetti molto piccoli le zucchine restanti (2) e ponetele a cuocere, a fuoco basso, in una padella antiaderente con poco olio extravergine d’oliva (3).

Muffin salati con ricotta e zucchine

Nel frattempo preparate l’impasto dei muffin: in una ciotola sbattete le uova e il latte con una frusta (4-5), aggiungete l’olio di semi a filo, quindi continuate a sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo (6).

Muffin salati con ricotta e zucchine

Setacciate con cura la ricotta (7) e la farina 00 a cui avrete aggiunto il lievito (8), quindi unitele al composto e mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti (9).

Muffin salati con ricotta e zucchine

Aggiungete ora il parmigiano grattugiato (10) e aggiustate di sale e pepe. Quando le zucchine saranno cotte, unitele all’impasto ed amalgamate bene il tutto con una spatola (11), quindi trasferite il composto ottenuto in una sac à poche e disponete in una teglia da muffin 12 pirottini di carta. Tagliate a metà, per il senso delle lunghezza, le 12 fette di zucchine che avevate tenuto da parte e foderate i bordi dei pirottini, utilizzandone due metà per ogni muffin (12).

Muffin salati con ricotta e zucchine

Aggiungete l’impasto riempiendo gli stampi fino al bordo (13) e guarnite ciascun muffin con un pomodorino (14). Infornate il tutto in forno statico già caldo, a 180°, per circa 30 minuti, fino a quando si saranno ben gonfiati e la superficie risulterà dorata (15).  A cottura ultimata, gustate i muffin salati con ricotta e zucchine ancora tiepidi, oppure freddi.

L’arte di sognare e di preparare i Pancake :California DrEaMiNg : of course!!!!

Non è facile…non siamo abituati,quelli della mia generazione siamo della zuppa di pane e latte,qualche volta biscotti e fatti in casa.Poi i figli ci hanno corrotto ai cereali ,alle merendine ma noi continuiamo a preparare ciambelle soffici e profumate ,crostate con marmellate ai frutti di bosco .Ci provo,li preparo la sera per la mattina dopo:duo o tre bruciacchiate,varie forme diverse tra loro,poi perfette!!!!I I ragazzi dormono è una bella notte stellata d’estate.Non è facile….Sognare il viaggio della tua vita e crederci davvero,trovare la compagnia,i soldi, il coraggio di lasciare tutto e tutti per un mese ,sapersi abbandonare ,sentirsi,anzi esserlo,ancora giovani…Non è facile,ci vuole un talento speciale e anni e anni di prove….quando cercavi  un appiglio,un pretesto per dare un senso ai gesti quotidiani che ti trascinano come un mare in burrasca.Devi opporre forza alla forza del mare, e bellezza, e astuzia alla sua intensità. Devi pure avere una strada dentro di te, una luce, una chiave se non vuoi farti risucchiare da ciò che non finisce mai. E devi saper raccontare a te stesso prima che a chiunque altro questa via per stare al mondo. Devi convincere, stregare, far volare. Decidere di togliere le mollette dalle camicie stese al sole. Decidere di perdere qualcosa, di non averla più per cominciare un viaggio nuovo.Non è facile avere dubbi e vacillare…..“(…) Forse mi si sarebbero rizzate sul collo piume bianche. (scrive Genet nel suo bellissimo e struggente “Diario del Ladro” raccontando dell’esplosione del suo innamoramento) Una catastrofe è sempre possibile. La metamorfosi è in agguato. Mi potesse il panico. Vacillo. Non è stupefacente?”.Certo che è possibile!!!!Vedeste la mia cucina stamattina !!!!

CA-Coast-Blogpost-5-900x600

Ecco la ricetta originale direttamente dagli States

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

  • 280 gr farina

  • Un cucchiaino di lievito da dolci

  • Un cucchiaino di zucchero

  • Un cucchiaino di sale

  • 3 uova

  • 1/2 litro di latte

  • 4 cucchiaini di burro fuso

  • 4 cucchiaini di olio

  • Sciroppo d’acero

PREPARAZIONE

Metti la farina, il lievito, lo zucchero e il sale in un contenitore capiente. Versa al centro il latte e le uova. Mescola fino ad amalgamare tutti gli ingredienti, poi aggiungi il burro fuso. Scalda 2 cucchiaini di olio in una padellina e poi versaci 1/2 mestolo di questo composto. Fai cuocere fino a che non si formino delle bollicine sulla superficie del pancake (circa 2-3 minuti). Giralo poi con una spatola e fallo cuocere dall’altro lato fino a che non risulti dorato. Servili ben caldi, accompagnati da burro fuso o da sciroppo di acero.

american-900x600

RT21-Pontiac-View route-66-garage-and-pickup-frank-romeo route66-10 picture-of-orange-county-california-paul-velgos PA Golden Light Cafe - Route 66 - Amarillo, Texas--Jeff Barton orange county new-york-22 new-york-1 mick-fanning-boosts-backside-at-duranbah Mick-Fanning-900x600 love_to_surf_by_manaphoto-d54dv1a ke_628-900x600 hoteldel_beachatdusk_900x600 grand-canyon-29

Dana Point CA, Marina, Harbor, Dana Point Views, Ocean Waves, Activites, Beach, Orange County California

Dana Point CA, Marina, Harbor, Dana Point Views, Ocean Waves, Activites, Beach, Orange County California

15596424107_d6a2b0edc6_b 4717666686_5f8ce72a74_b 2 orange county 10981834_549181121852212_4829207748699053279_n

https://goo.gl/maps/yitUP

Love

5406eaf0-3e86-4800-b041-474ecd647c66

Il profumo dell’isola & gli Spaghetti con i gamberoni

linguine_lampedusa

Le isole hanno un profumo speciale,io lo sento,ogni isola il suo.Gelsomini si,e fiore di cappero,e profumo di pesce fritto e conserva di pomodoro e acciughe sotto sale,e il bucato steso al sole.Poi ci sono altri profumi….Quello che ti prende all’improvviso mentre compri il pesce da Luigi il pescatore ,giù al porticciolo,che non lo capisci subito ,ma poi ci pensi e ti senti felice.E poi quando sei stesa sul letto nel pomeriggio presto e il balcone appena socchiuso, e intravedi appena il mare e giochi con la luce che filtra dalla tenda di pizzo che svolazza leggera …è proprio in quel momento che lo senti,fortissimo e ti viene un po’ il magone ,ma non lo capisci subito…Quando cammini scalza per i vicoli bianchi e ci sono i fichi d’India e Rosetta ti saluta perchè lei le persone non se le dimentica e ti invita ” Ei signò tu pigghi na pocu i cafè?…E tu entri ed ecco ,lo senti di nuovo,e ti viene di abbracciarla forte…Grazie zia Rosa.No,,non lo capisci subito,cè voluto un po’.. ma io ora lo sento il profumo dell’isola.

img1434012243 127_1_1 130_5_5 alicudi2gra favignana_pescatori 304066_2348489081456_340062241_n 2222222 33333333 11111111111111

Ma ecco che divago sempre passiamo alla mia ricetta degli spaghetti con i gamberoni:

Ingredienti per quattro persone :

15 gamberoni freschi

1 spicchio d’aglio

una manciata di pomodorini pachino

500 grammi di spaghetti

prezzemolo tritato

olio(extra vergine ) e sale Q.B

una spruzzatina di Cognac

una manciata di granella di pistacchi

Procedimento:

Quando pulisco i gamberoni,tolgo il filamento della testa ,poi la schiaccio delicatamente e metto il succo da parte.Poi nella padella faccio rosolare l’aglio nell’olio insieme al succo della testa che filtro col colino,aggiungo i gamberoni giusto il tempo che cambino un po’ il colore ,aggiungo la spruzzatina di cognac,alla fine i pomodorini.Intanto gli spaghetti al dente sono pronti ,li ripasso nella padella.Impiatto con il prezzemolo e aggiungo la granella di pistacchi.Buona,buona,buonissima!!!!

d0d354668f69293e040aa69de3140c78_XL

gambero-rosa-300