Non si scioglierà la neve……..

Non illuderti.
Non ti basterà schierarli,
tutti.
Generali poeti,
pittori colonnelli,
chitarristi sergenti,
scrittori strategici,
fanti scultori
e bizzarri poliziotti.
Sì, un inizio, uno splendido
inizio, conforto del filosofo,
ma non sufficiente,
non illuderti.
Non ti basterà progredire,
giocare con il caso,
puntare
sul cavallo migliore,
non basterà ma
tu fallo lo stesso,
agisci, fino alla fine.
Qualcosa accadrà,
questo è certo,
qualcosa accade, sempre, in continuazione.
Un dardo sta per colpirti. Non spostarti, resta fermo.
Un fiore è più feroce di mille soldati schierati.
Non si scioglierà la neve,
sarà tutto il resto a farlo.

Cardiopoetica

foto CAKE

http://www.matpaabordet.no/99acb9f8eb1e942103e3d2af1f4b5a301

neve11

neve11111

12390931_757348681063380_2834370100119588539_n

neve733

1465412_606647632799974_2167371294752640667_n

 

 

tumblr_o0obuvE2N11si53zno1_540tumblr_noaz1yggW01rne223o1_540

Annunci

#RICETTA 2 Caffè Arabo

11949297_10207655334811210_5923327277000477212_n

Siedi,

il tempo di un caffè

prenderai il prossimo treno.

Avrà il profumo del vero che stavamo cercando

zenzero e cannella

un sorriso inaspettato

scalda l’acqua, frantuma i chicchi

ricorderemo i giorni di pioggia

schiaccia i semi di cardamomo

ti regalo la mia partenza

vento caldo del deserto

sole e sabbia,

suoni e segni.

Raccontami la tua storia

granelli neri turbinano nella brocca

aspetta che ne nasca schiuma

abbine cura, non lasciare che si bruci

canti berberi

ninna nanne lontane

ai passanti chiede cibo per i suoi cani

zafferano e acqua di rose: aggiungili ora

un tempo per partire

un tempo per tornare

ciò che resta giace sul fondo

mandorle

datteri

chiodi di garofano

non abbandonarmi mai

biscotti al miele

sorsi brevi e lenti

non è richiesto alcuno sforzo

per versare e servire

usa sempre la mano destra.

La viaggiatrice

207872_1941758993458_567488_n

#RICETTA 1 Moussaka di parole

1931059_31854584444_912_n

Non ti portavo regali ma assaggi di viaggio. E’ così che cominciava il racconto ogni volta che tornavo. Raccoglievo ricordi sensazioni odori, pensieri in un piatto. Il mio speciale piatto ricordo per te.

Per te che viaggiare non potevi e non avevi mai potuto, per te che vivevi dei nostri racconti  e che sapevi ascoltare e capire cosa c’era dietro  ogni parola.La moussaka  è stato il mio regalo dalla Grecia e credo sia stato il tuo preferito.
Dentro c’erano il vento, il sole, il mare, il candore delle case, le paglierine sulla spiaggia, il vino buono e i sorrisi.
Affettiamo le melanzane e le friggiamo, poi uguale con le patate. La besciamella la fai tu perchè io a girare non sono mai stata brava, mi si stanca subito il polso. E fai anche anche il ragù, che non è quello bolognese ma fresco, arabo, profuma di vita e per farlo devi pensare di cucinare in riva al mare.
Gli strati li compongo io perchè tu sei una pasticciona e imbrogli sempre.La cucina alla fine non si riconosce. C’è una catasta di pentole nel lavabo, l’olio unge tutte le pareti, le macchie di besciamella sul pavimento si confondono con il colore del granito, per fortuna…
Anche noi ci odoriamo a vicenda e ridiamo per la puzza di fritto tra i capelli.
Abbiamo cucinato insieme, sulla spiaggia, un’altra volta.
Valentina
Children-Photography-by-Alain-Laboile7
Foto:Alain Laboile

I Muffin al profumo di bambola

Se avessi avuto una figlia femmina le avrei regalato la bambola Holly Hobby,veramente anche il mio primo figlio ci ha giocato,con la mia.Non è che mi piacesse tanto,i vestititini erano attaccati alla stoffa del corpo, non potevo svestirla ne pettinarla,non potevo laverle i capelli ne metterle il rossetto,ma mentre tutte le altre la sera prima di andare a letto finivano nel cesto,lei la portavo a dormire con me .Il profumo ecco,lei profumava di vaniglia e di mele,di lavanda , di dolcetti e di baci.Non so che profumo hanno i baci ma certamente era lo stesso della mia Holly e dei miei muffin.PicMonkey Collagepo

PicMonkey Collage

PicMonkey Collage44

PicMonkey Collage2345La ricetta

Ingedienti

  • Burro: 100 gr
  • Uova: 3
  • Farina: 150 gr
  • Zucchero: 130 gr
  • Lievito: 1 bustina per dolci
  • Zucchero a velo: q.b.
  • Latte: 1 tazzina
  • Sale: 1 pizzico
  • una bustina di vanillina

 Preparazione

  1. Amalgamare il burro con lo zucchero, poi un uovo alla volta, aggiungere  farina,lievito, vanillina, sale , alla fine la tazzina di latte
  2. Io uso i pirottini di carta colorata per infornare ,riempiti a metà
  3. Infornare  a 180° per 20 minuti.

Ricchitedd, del balcone con la tenda verde,e i ricordi impossibili

Un sabato qualunque di settembre,è presto,fa ancora tanto caldo.Non apro neanche la persiana mentre preparo il caffè.Un raggio di sole riesce a penetrare ,tutto diventa verde ,un tuffo al cuore,un ricordo lontanissimo,un balcone ,tanto sole,muri bianchi,un odore forte  di fichi secchi  e una tenda,quelle di plastica, verde,era verde.Una cucina bianca,di quelle antiche con le mattonelle azzurre e la cucina a legna,una bambina mangia una focaccia con i pomodorini,quella tipica che portava Colino la mattina presto,si Colino,lo scemo del paese,Noci,con i muretti a pietra,la grande piazza ,la pasticceria Da Paolino,il paese del mio papà.
sisisiLe coperte erano già stese dai balconi,San Rocco sarebbe passato da li a poco e noi bambini avevamo un cesto di petali di fiori da buttare al Santo durante il passaggio.Era la festa grande del paese  e noi eravamo arrivati la sera prima dalla Calabria e tutti i fratelli e le sorelle di papà sarebbero venuti a pranzo dalla nonna.
san rocco noci 2
Il tavolo della cucina , grande,col ripiano di marmo ,era pieno di orecchiette,erano tante,tantissime,tutti intorno provavamo a contarle ma perdevamo il conto Il Santo,il Santo eccolo,eccolo,i fiori i fiori,buttate i fiori,San Nicola facci la grazia,che bella la musica della banda .Ma…Colino ha portato il Cacioricotta?..Eh già perchè senza il Cacioricotta le ricchitedd non si potevano mangiare!!!

Bussano alla porta,è mia sorella ,le dico,le orecchiette,la tenda,la nonna,i cugini,Paolino ,i muri bianchi ,la tenda verde,ma come non te la ricordi,no era blu di metallo e poi non ti puoi ricordare,eri troppo piccola,io non ero ancora nata,ma come ,giocavamo alle signore ,contavamo le orecchiette,San Rocco…Ma allora…non sono miei questi ricordi ..sono ricordi di altre persone…cosa sono allora..Sono .i desideri che non si sono appagati,la felicità che ci siamo immaginati,sogni che abbiamo creduto veri.le strade non prese,la vita che poteva essere e non è stata…

Mary,facciamo che ..oggi prepariamo le recchitedd ,dai ,giochiamo alle signore!!!!E poi,la tenda era verde,io. l’ho vista!12043186_716021488529254_507046112704766525_n

12039344_716021581862578_7108236161404790410_n12009829_716021518529251_8337477558629487302_n12009663_716021641862572_2114497390460860414_n11207364_716021671862569_9183739130851820897_n12011169_716021768529226_4585851354177046974_n10955551_716021728529230_1669860105087208376_nCosì:

JORGE LUIS BORGES

ELEGIA DEL RICORDO IMPOSSIBILE

Che cosa non darei per la memoria
di una strada sterrata fra muri bassi
e di un alto cavaliere che riempie l’alba
(lungo e sdrucito il poncho)
in uno dei giorni della pianura,
un giorno senza data.
Che cosa non darei per la memoria
di mia madre che contempla il mattino
nella tenuta di Santa Irene,
ignara che il suo nome sarebbe stato Borges.
Che cosa non darei per la memoria
d’essermi battuto a Cepeda
e di aver visto Estanislao del Campo
salutare la prima pallottola
con l’esultanza del coraggio.
Che cosa non darei per la memoria
di un portone di villa segreta
che mio padre spingeva ogni sera
prima di perdersi nel sonno
e spinse per l’ultima volta
il 14 febbraio del ’38.
Che cosa non darei per la memoria
delle barche di Hengist,
mentre perdono il mare dalle sabbie danesi
per debellare un’isola
che ancora non era l’Inghilterra.
Che cosa non darei per la memoria
(l’ho avuta e l’ho perduta)
di una tela d’oro di Turner,
vasta come la musica.
Che cosa non darei per la memoria
di aver udito Socrate
quando la sera della cicuta
serenamente analizzò il problema
dell’immortalità,
alternando i miti e le ragioni
mentre la morte azzurra lo invadeva
dai piedi fatti gelidi.
Che cosa non darei per la memoria
di te che avessi detto che mi amavi
e di non aver dormito fino all’alba,
straziato e felice.

LA RICETTA 

Lì sognavo……

Papà mi sbucciava i cetrioli e me li metteva in un bicchiere. L’estate andavamo al fiume,il mio fiume ,e noi ragazzi facevamo il bagno…ed eravamo stupidi,e ridevamo per niente,ed eravamo felici. C’era il profumo d’origano e il profumo dei fichi neri che erano caldi caldi. Mi sdraiavo sull’erba e giocavo con la luce che sbatteva sulle foglie.Li’ sognavo….

dallo spettacolo 75 minuti
La Barraca teatro.

NUCCIA PICCOLINA

Di quelle estati ricordo che per noi bambini era sempre festa ,tutto era così bello,arrivavano i cugini da Bari e la casa profumava di biscotti che come una magia erano pronti già di mattina presto per la nostra colazione.Chiudo gli occhi e cerco di acchiappare quel ricordo,quella felicità ,l’odore delle mani di mia mamma ancora sporche di farina ….
22130_666526733478909_2516815529498026273_n

Ricetta dei biscottini al burro homemade (ricetta originale di Mamma Nunzia)

INGREDIENTI

175 gr di burro morbido
200 gr di zucchero semolato
2 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 buccia di limone
400 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Montare il burro morbido con lo zucchero fino a farlo diventare spumosa morbidissima e leggera , aggiungere poi le uova e la vaniglia e la buccia di limone. In un’altra coppa mischiare farina lievito e sale. Aggiungere le uova, burro e zucchero e mischiare dolcemente Avvolgere inella  pellicola e far riposare in frigo un’ora. Riscaldare il forno a 180°C. Stendere la pasta tagliare i biscotti ,in forno per 10 – 12 minuti .Spolverare con zucchero a velo.Buonissimi con il latte.

11329996_673059362825646_2154997636646787611_n

10352890_666526383478944_715110744654487584_n

10408970_666529166811999_893012291500574275_n

10422228_673059309492318_1407118146880769639_n

10645213_673059382825644_4303724127134432871_n

10689457_666527096812206_5068911779664490264_n

11012973_666527333478849_1303825916706127395_n

11138090_673059109492338_7598588729413150273_n (1)

11150987_666526350145614_1398130402801506449_n

11159560_666530683478514_2454826304096474175_n

11165263_666526660145583_1100484276235868411_n

11209608_666530806811835_1067617462300154287_n

11209645_666526336812282_7939484393681224740_n

11209711_666527046812211_5530147898413000163_n

11214330_666529450145304_7175861829577502522_n

11229546_673059629492286_1133081623984074693_n

11242197_666527216812194_4386979390561272555_n

11245789_666529226811993_2755360712275513096_n

11248255_673059639492285_1295658707964940188_n

11329805_673059269492322_8175203804556953431_n

Continua a leggere